7 suggerimenti per scegliere il tuo Consulente Finanziario

7 suggerimenti per scegliere il tuo Consulente Finanziario

scelta consulente finanziario

“L’uomo deve scegliere. In questo sta la sua forza: il potere delle sue decisioni” – Paulo Coelho.

Nelle settimane precedenti abbiamo parlato del ruolo del Consulente Finanziario e del perché sia meglio scegliere di affidarsi alla professionalità di un esperto per cercare il proprio benessere finanziario. In questo articolo andremo a vedere quali sono gli elementi che ogni risparmiatore dovrebbe valutare nella scelta del proprio Consulente Finanziario.

Scegliere significa porsi delle domande, scegliere significa maturare delle idee, scegliere significa avere delle preferenze.

Intraprendere un percorso con un Consulente Finanziario dopo avere fatto la scelta del professionista che più ci ha ispirato fiducia, ci porterà ad avere con lui o lei un rapporto non solo di tipo finanziario, ma anche personale.

La gestione della ricchezza infatti è molto simile alla tutela della salute e devi essere in grado di condividere informazioni personali e conversazioni sul tuo stile di vita, obiettivi e priorità.

Quando si matura la decisione di affidarsi ad un Consulente Finanziario, per poter capire se si è fatta la scelta giusta, prendi in considerazione questi 7 suggerimenti:

1.Verifica l’effettiva iscrizione del consulente all’albo unico dei consulenti finanziari attraverso il sito dell’OCF dove si trovano i suoi dati personali, il suo domicilio, la data di inizio attività e la società per cui opera.

Inoltre verifica se ha delle specializzazioni, come ad esempio la certificazione Efa rilasciata dall’Efpa, European Financial Planning Association, l’ente più autorevole in Europa in tema di certificazione di consulenza finanziaria.

Già con questi dati puoi farti un’idea sulla sua esperienza lavorativa.

2. Consulta internet digitando il suo nome per capire se quel consulente ha un sito personale o un blog dove pubblica articoli, come interagisce con il suo network di contatti su LinkedIn. Tutto questo ti darà delle indicazioni sul suo modo di lavorare e sulle sue competenze.

3. Al primo incontro verifica la sua capacità di ascoltarti in modo attivo. Lascia che ti faccia un’intervista sulla tua composizione famigliare, sul tuo lavoro ,se ci sono persone da tutelare, sulle tue passioni, sullo stato attuale della tua protezione. Non sentirti in imbarazzo di fronte a queste domande.

Pensa a quando vai da un medico che non conosci  per una visita specialistica e lui per fare una diagnosi corretta ti farà diverse domande personali, allo stesso modo devi raccontare tutto al Consulente Finanziario affinché sia in grado di darti la cura giusta per i tuoi bisogni e di quelli della tua famiglia.

4. Con il Consulente Finanziario bisogna sentirsi a proprio agio. Infatti sarà colui che ti aiuterà a pianificare il tuo futuro per cui è importante trovare il giusto feeling. Se non ti senti a tuo agio potresti trattenerti nell’esprimere i tuoi pensieri e questo potrebbe portare a ricevere consigli divergenti dalle tue reali esigenze.

Qui parliamo di empatia e fiducia che costituiscono gli elementi fondanti per un rapporto professionale di lungo termine. Prova a  capire quali sono i suoi valori e se corrispondono ai tuoi.

5. Chiedi qual è il suo metodo di lavoro e la sua proposta di valore che lo differenzia rispetto alla concorrenza. Condividi il suo metodo?

Proprio come non faresti un viaggio senza una mappa, allo stesso modo il consulente finanziario dovrebbe indicarti le varie tappe del viaggio per avere una chiara direzione al fine di raggiungere la destinazione finale.

Inoltre, il tuo consulente dovrebbe chiarire all’inizio il livello di servizio che puoi aspettarti. Ciò include la frequenza con cui vi incontrerete per rivedere i progressi del piano finanziario; per  rilevare eventuali  cambiamenti dei tuoi  obiettivi; se ti tiene aggiornato anche attraverso newsletter in-formative.

6. Accertati su quale sia il suo approccio di lavoro, se proattivo o passivo.

Un Consulente Finanziario proattivo anticipa le tue esigenze proponendoti a seconda delle tue necessità percorsi e strumenti corretti e differenziati.

7. Comprendi se ha la capacità di comunicare in modo semplice e chiaro senza usare parole troppo tecniche, il buon consulente deve essere trasparente nel condividere i costi e benefici di ciò che ti propone e deve sapere creare valore per i tuoi obiettivi.

Ora che sai quali domande porre e cosa cercare in un consulente, non esitare a prendere il controllo delle tue finanze oggi e trova un consulente adatto per collaborare con te.

Scegliere un consulente piuttosto che un altro può fare davvero la differenza per il tuo benessere finanziario.

 

Ogni mese scrivo la mia newsletter “Oggi ti parlo di…” che condivido con i miei clienti e con il mio network volta ad analizzare tematiche specifiche al fine di creare spunti di riflessione e confronto e rimanere sempre informati.

Se non lo hai ancora fatto iscriviti qui: Oggi ti parlo di…

 

Rosario Daniele Iemulo