Bitcoin, e la bolla si sgonfia

Bitcoin, e la bolla si sgonfia

i bitcoin daniele iemulo il salva patrimoni

I mercati finanziari sono inondati di liquidità, grazie a stimoli fiscali e monetari senza precedenti tanti investitori sono ansiosi di mettere a frutto guadagni nuovi.

Indicativo ciò che ultimamente sta avvenendo nel mercato delle criptovalute.

Le criptovalute sono un mezzo digitale di scambio monetario protetto dalla crittografia, senza rappresentazione fisica del “denaro”. Gli scambi sono registrati nei cosiddetti blockchain, che costituiscono l’infrastruttura tecnologica  dietro le valute.

Il Bitcoin e diverse altre criptovalute sono state sull’ottovolante in termini di variazione dei prezzi per una serie di dichiarazioni di alcuni governi mondiali oltre ai tweet del miliardario Elon Musk, fondatore e CEO della casa automobilistica elettrica Tesla, che,  un paio di mesi fa ha annunciato che l’azienda Tesla avrebbe accettato Bitcoin per l’acquisto delle sue auto.

A partire da questa dichiarazione il valore del Bitcoin, già molto alto, è salito di un altro 15% raggiungendo il valore di 60.000 dollari.

10 giorni fa con un altro tweet, lo stesso Elon Musk ha invece dichiarato che Tesla non avrebbe più accettato Bitcoin come forma di pagamento, a causa delle preoccupazioni ambientali per il pesante consumo di energia del “mining”.

Questo grafico racconta la storia di quei pochi giorni dopo le dichiarazioni di Musk:

the musk effect - bitcoin

 

Ad amplificare la volatilità del Bitcoin e delle altre monete virtuali è stata anche la richiesta delle autorità cinesi di reprimere il mining e il trading della criptovaluta. Il vice premier cinese Liu He e il Consiglio di Stato hanno affermato che è necessaria una regolamentazione più rigorosa per proteggere il sistema finanziario.

Il discorso duro della Cina arriva solo un giorno dopo che i funzionari statunitensi si sono impegnati ad essere più rigorosi contro coloro che utilizzano Bitcoin per condurre “attività illegali in generale, inclusa l’evasione fiscale”.

Non vogliamo dimenticare inoltre che, le criptovalute sono tutt’altro che ESG in quanto gran parte dell’estrazione di Bitcoin viene eseguita da computer che utilizzano enormi quantità di energia per risolvere complessi problemi di matematica per sbloccare la criptovaluta.

energia e bitcoin

 

Emblematico un editoriale di Deutsche Bank:

“Ci sono voluti a Bitcoin solo tre mesi per passare da trendy a pacchiano, e tutto ciò che è servito perché la criptovaluta cadesse fuori moda è stato un tweet e una dichiarazione del governo cinese”.

Conseguenza alle diverse dichiarazioni delle ultime settimane, i tempi  per le Crypto sono difficili, i principali asset hanno subito cali del 50-70% .

Per il Bitcoin, l’alta volatilità e i grandi drawdown sono la norma. Abbiamo visto declini maggiori di questo molte volte nel corso della sua storia:

bitcoin

 

Qual è il vero valore del Bitcoin?

Onestamente è difficile dare una risposta, ma di certo quando un asset senza valore intrinseco viene spinto verso l’alto e verso il basso solo a causa di dichiarazioni e tweet è un segnale d’allarme per stare lontano da quell’asset.

La speculazione frenetica porta gli esseri umani a seguire ciecamente il pensiero convenzionale del momento finché questo non li porta giù da un precipizio. Il cosiddetto effetto gregge.

Investire al contrario è l’arte di andare in controtendenza rispetto alla folla, di avere un obiettivo specifico, una valida strategia e un corretto metodo.

 

Entra ora a far parte della mia community e unisciti agli oltre 200 Manager (CEO, Direttori, Partner) e Imprenditori presenti.

Due volte al mese, iscrivendoti alla mia newsletter, “Oggi ti parlo di…” riceverai in regalo gli esclusivi contenuti che curo per farti gestire al meglio i tuoi risparmi e per rimanere sempre informato ed evitare il rischio di trovarti finanziariamente in difficoltà.

 

Rosario Daniele Iemulo

Private Banker da oltre vent’anni | San Felice Milano