Cinque suggerimenti per superare il muro della paura negli investimenti

Cinque suggerimenti per superare il muro della paura negli investimenti

paura negli investimenti

Quando i mercati finanziari sono positivi per un periodo prolungato, gli investitori sono portati a chiedersi per quanto durerà questa fase. In ciascuno è insita la preoccupazione nei confronti dei mercati stessi, si pensa cosa si farà se arriverà qualche evento che li influenzerà negativamente e ci si chiede se si debba rimanere investiti o vendere tutto.

Te lo stai chiedendo anche tu?

Quando i mercati finanziari crescono a ritmo sostenuto, supportati anche da basi macro economiche solide, molti investitori trascorrono del tempo cercando di scoprire che cosa prima o poi porterà ad una discesa del mercato. Guarda caso, motivi per preoccuparsi se ne trovano sempre!

Gli esperti di mercato, i media ed i social contribuiscono ad alimentare questo muro della paura attraverso continui avvertimenti su tutto ciò che potrebbe andare storto nell’economia nei mercati influenzando pertanto il comportamento degli investitori.

La storia è disseminata di eventi che influenzano l’andamento dei mercati finanziari, basti pensare a tutti gli eventi accaduti negli ultimi 10 anni.

Le instabilità economiche e politiche faranno sempre parte del nostro mondo, ma la tendenza dei mercati è sempre quella di salire.

La spinta è data dallo sviluppo demografico, dalla costante ricerca di benessere e dal progresso tecnologico che ci costringe a guardare avanti, a non fermarci mai e adottare nuove abitudini.

Un vecchio adagio di Wall Street recita “I mercati si arrampicano sul muro della paura” ovvero i mercati finanziari hanno la capacità di superare una serie di eventi e situazioni negative continuando a salire.

Il muro della paura può talvolta essere costituito da un singolo evento economico, politico, finanziario o da un insieme di eventi significativi, vedi covid-19, tali da influenzare il sentimento dei consumatori e degli investitori e si verifica soprattutto alla fine dei principali periodi di ribasso del mercato o durante i mercati rialzisti come in quest’ultimo anno.

La realtà è che i mercati finanziari hanno bisogno della presenza continua di preoccupazioni degli investitori per continuare a muoversi verso l’alto e scalare il muro della paura nella fiducia che ogni evento verrà risolto.

Al contrario, quando tutte le preoccupazioni svaniscono, l’assenza di paura suggerisce che sei in cima al muro. In quella fase gli investitori pensano che il mercato azionario aumenterà per sempre ma il più delle volte i mercati rialzisti finiscono per esaurirsi.

Una celebre frase di Sir John Templeton recita: “I mercati rialzisti nascono dal pessimismo, crescono sullo scetticismo, maturano nell’ottimismo e muoiono nell’euforia”.

La storia ci dimostra che l’economia e il mercato azionario sono molto resilienti sebbene le discese siano inevitabili, pertanto cosa possiamo fare per superare il muro della paura quando investiamo i nostri risparmi?

Sono cinque gli elementi da considerare:

  1. ignorare i continui rumori di fondo ed i clamori dei media mantenendo un approccio disciplinato per evitare che le tue emozioni ti inducano a prendere decisioni sbagliate;
  2. rimanere concentrati sui propri obiettivi personali e finanziari e sulle strategie implementate per raggiungerli;
  3. attuare una corretta pianificazione basata sulle effettive esigenze e separare gli investimenti a breve e a lungo termine per consentire a quelli a lungo termine di maturare;
  4. la diversificazione, anche se l’economia mondiale cresce, una società, un singolo settore possono sempre perdere di valore, diversificando l’investimento si protegge il proprio portafoglio;
  5. avere a fianco un consulente finanziario esperto che potrà fornirti una prospettiva più oggettiva aiutandoti a rispettare il piano e rimanere concentrato sugli obiettivi di vita.

In conclusione, i mercati finanziari sono imprevedibili per questo prima di prendere qualsiasi decisione confrontati con un consulente finanziario di fiducia soprattutto nelle fasi di mercato più delicate perché anche gli eventi più avversi potranno essere governati.

 

Ogni mese scrivo la mia newsletter “Oggi ti parlo di…” che condivido con i miei clienti e con il mio network volta ad analizzare tematiche specifiche al fine di creare spunti di riflessione e confronto e rimanere sempre informati.

Se non lo hai ancora fatto iscriviti qui: Oggi ti parlo di…

 

Rosario Daniele Iemulo