Cosa fa esattamente il consulente finanziario?

Cosa fa esattamente il consulente finanziario?

cosa fa il consulente finanziario

Alcune persone pensano che l’unico lavoro di un Consulente Finanziario sia investire denaro. Anche se questa è una delle sue responsabilità, non è l’unica.

Il consulente finanziario è architetto e pianificatore di soluzioni per un miglioramento costante della vita finanziaria delle persone e, grazie all’ascolto attivo e alla conoscenza approfondita delle persone, ne comprende non solo i bisogni espliciti e prioritari in termini economico-finanziari, ma anche le paure, i sogni realizzabili e non, i rischi latenti.

Il Consulente Finanziario:

Protegge

Per prima cosa si preoccupa di mettere in sicurezza la persona, la famiglia e/o l’impresa attraverso la tutela preventiva a fronte di pericoli che potrebbero minare il tenore di vita delle stesse e causare dei grossi problemi dal punto di vista finanziario.

Si pensi al rischio di premorienza, al rischio di invalidità, di longevità, ai rischi legati alla professione (rischi legali, rischi imprenditoriali, ecc..).

Dopo avere fatto questo ci si può occupare di obiettivi e di finanza in senso stretto, si può iniziare a lavorare su dove e come allocare i risparmi.

Fa emergere nuovi obiettivi

Definire i propri obiettivi di vita non è un lavoro facile perché si tratta di mettere in relazione l’emotività – sogni, speranze, desideri – con la razionalità – cosa quanto e quando.

Stabilire i propri obiettivi permette di definire le priorità da affrontare per sé e per la propria famiglia, permette di concentrarsi su quelli raggiungibili e magari rinunciare a quelli superflui per favorire quelli importanti.

Il consulente aiuta innanzitutto a fermarsi, a dedicare del tempo a sé stessi e ai propri sogni e, poi, aiuta a metterli in ordine e a realizzarli.

L’allungamento dell’aspettativa di vita, le evoluzioni del mercato del lavoro, la genitorialità e il raggiungimento dell’età pensionabile, il trasferimento del patrimonio agli eredi, pongono nuove sfide e opportunità.

Mai come in questo momento avere un interlocutore professionale come il Consulente finanziario è necessario perché consente di farci pensare alla costruzione del futuro, del benessere, finanziario e non. Il denaro sarà considerato non il fine, ma il mezzo per raggiungere gli obiettivi.

Orienta al lungo periodo

Indirizza a scelte di ampio respiro non legate alla contingenza di breve termine.

I risparmiatori sono subissati da informazioni in ambito finanziario e spesso rischiano di cimentarsi nel cercare di guadagnare nell’immediato dimenticandosi di quelle che sono le reali esigenze.

Il consulente in questo caso è come un buon navigatore che indica la strada corretta da percorrere, coerente con i progetti di vita e allo stesso tempo a renderlo consapevole che alcune volte, frenando, si rischia di andare troppo lunghi con i tempi di realizzazione dell’obiettivo posto a qualche anno di distanza.

Il lungo periodo consente anche di sfruttare le opportunità dei mercati utilizzando le dinamiche di crescita dell’economia globale perché il valore risiede nei trend di lungo periodo dei mercati ed i momenti di ribasso rappresentano più un’opportunità che una disgrazia.

Diversifica

Le nostre nonne ci hanno insegnato una delle lezioni più importanti di investimento: non avere tutte le uova nello stesso paniere.

Quando si hanno obiettivi definiti è possibile gestire meglio l’allocazione delle attività nel proprio portafoglio di investimenti in funzione di ognuno di esso. L’orizzonte di investimento (a breve, medio e lungo termine) è uno dei fattori più importanti per scegliere dove e come allocare le risorse costruendo un ambiente finanziario privo di rischio specifico.

Senza diversificazione non c’è gestione del rischio.

Non si può essere esposti con tutti i propri investimenti alle vicissitudini di un solo strumento o di un solo mercato o di un solo settore. Questo accade soprattutto al risparmiatore “fai da te” che nel tentativo di aumentare i rendimenti dei propri investimenti concentra la quasi totalità del patrimonio in un solo Paese, piuttosto che in un solo mercato o settore.

Si rischia da un lato di imbattersi in finte soluzioni, rendimenti sotto zero, investimenti inefficienti… e dall’altro di costruirsi una posizione totalmente esposta ad ogni cambio del vento, mettendo il proprio capitale a rischio senza magari averne neanche piena consapevolezza.

Gestisce l’emotività

La gestione dell’emotività delle persone è uno dei compiti principali del consulente nell’ambito di una relazione fiduciaria e duratura: il piano finanziario che è stato implementato per raggiungere un determinato obiettivo non può essere condizionato da fattori psicologici che potrebbero condurre a scelte di investimento emotive e, in quanto tali, errate.

Il consulente finanziario deve essere in grado di filtrare il sovraccarico informativo per dominare l’ansia delle persone nelle loro decisioni di investimento e soprattutto le aiuta a governare meglio i mercati finanziari evitando che gli stessi compiano i tipici errori di finanza comportamentale.

Anche gli investitori esperti lottano con la paura e l’ansia che i mercati possono scatenare, ma i consulenti finanziari più capaci non permettono loro di soccombere alla parte impulsiva del cervello: gestiscono le risposte emotive e i comportamenti impulsivi dei clienti angosciati o impauriti per riportarli a uno stato d’animo più razionale e riflessivo.

Un interlocutore competente con cui confrontarsi su basi razionali aiuta l’investitore ad affrontare in modo più efficiente situazioni di particolare stress sui mercati.

La fiducia nel vostro consulente finanziario vi farà superare i momenti critici del mercato, cogliendone anzi le opportunità, solo se vi avrà spiegato i comportamenti corretti, le logiche dell’investimento, gli obiettivi e la strategia per raggiungerli.

In(forma) ed aggiorna costantemente

Compito del consulente Finanziario è in(formare) e aggiornare costantemente il cliente in merito al contesto e alle dinamiche dei mercati, all’evoluzione degli investimenti. L’ultimo rapporto di Schroders Global Investor Study 2019 evidenzia come la maggior parte degli italiani ritenga i consulenti finanziari una fonte più sicura ed affidabile di informazioni finanziarie rispetto ai media. Il 49% degli intervistati a livello globale ha, infatti, dichiarato come la figura del consulente finanziario sia preferita ai media in materia di informazione finanziaria.

Educa al risparmio e lo indirizza agli investimenti

Poiché le scelte finanziarie sono tra le più importanti decisioni che le persone compiono nel corso della propria vita, compito del consulente è aiutarle a concepire un uso più responsabile del reddito disponibile durante tutte le fasi del ciclo della vita.

All’inizio della relazione professionale l’attenzione potrà essere rivolta al bilancio famigliare, a quanto risparmiare una volta definiti gli obiettivi prioritari ed incoraggia un approccio ragionato all’impiego del risparmio. Questo vale ancora di più oggi soprattutto per un futuro che cambia a velocità elevatissima dove l’investimento immobiliare non è più quello di una volta oppure i titoli di stato non sono più una garanzia di sicurezza e di rendimento.

Spesso l’attitudine di molti risparmiatori è di lasciare i propri risparmi sul conto corrente in modo da utilizzarli per le esigenze senza alcuna pianificazione efficace.

Inoltre questa scelta ha un costo molto elevato causato dall’inflazione che nel tempo, senza rendersene conto, erode il patrimonio impoverendo le persone.

Investire i propri risparmi significa far lavorare i soldi per noi e per i nostri progetti di vita.

In vent’anni di professione, mi sono sempre occupato di quanto ho parlato in questo contesto; credo che un buon Consulente Finanziario debba prestare attenzione a tutto ciò.

 

In conclusione, il bravo Consulente Finanziario è un professionista che non propone soluzioni che battono un benchmark o un indice di mercato, ma piuttosto si occupa in maniera “olistica” della vita presente e futura dei propri clienti attraverso la pianificazione finanziaria basata sui reali obiettivi della vita e sulle priorità da dare a questi obiettivi.

Il consulente finanziario:

  • ti conosce e ti è vicino quando serve
  • ti aiuta a individuare, programmare e realizzare progetti di vita
  • protegge ciò che per te è più importante
  • ti fa risparmiare tempo e stress

 

Nei prossimi articoli andremo a capire chi può avere bisogno di un Consulente Finanziario e come scegliere quello personale per noi e per le nostre esigenze.

 

Ogni mese scrivo la mia newsletter “Oggi ti parlo di…” che condivido con i miei clienti e con il mio network volta ad analizzare tematiche specifiche al fine di creare spunti di riflessione e confronto e rimanere sempre informati.

Se non lo hai ancora fatto iscriviti qui: Oggi ti parlo di…

 

Rosario Daniele Iemulo