È il momento di vendere le mie azioni?

È il momento di vendere le mie azioni?

vendere azioni - daniele iemulo private banker

«Il mercato azionario è salito tanto, dovrei vendere le mie azioni ora?»

Per esperienza penso che questa sia una domanda che molti investitori si pongono ogni qual volta arriva un calo del mercato finanziario, come in questo ultimo periodo, in cui è forte il dilemma tra vendere tutto, evitare il dolore della discesa e aspettare il calo per rientrare oppure rimanere investiti ed eseguire il piano finanziario concordato per raggiungere il proprio obiettivo.

Riprendendo la metafora della tartaruga e della lepre, il modo in cui molti di noi vorrebbero che il mercato si comportasse è come la tartaruga: lento e costante, senza mai cambiare, sempre in movimento in avanti, senza mai riposarsi o tornare indietro.

Nella realtà il mercato si comporta come la lepre, corre veloce anche per un breve periodo e poi si stanca e “riposa” per poi ripartire.

Nei mercati finanziari questo andamento altalenante nel breve periodo determina la cosiddetta volatilità e quando questa si fa sentire forte è facile essere preda dell’emotività; ad esempio quando vediamo che il nostro fondo d’investimento ha ceduto il 10%, il primo pensiero è di evitare ulteriori perdite e vendere subito!

Questo è ancora più vero adesso: non sappiamo quale sarà l’evoluzione dei contagi e quando tutto questo finirà davvero.

Sfortunatamente, nel tentativo di evitare una forte o lieve discesa, si finisce con l’essere disinvestiti nei momenti più inopportuni, perdendo le performance migliori.

Nella tabella sotto si evince chiaramente cosa succede se si perdono i migliori giorni di mercato:

L’esperienza ci insegna che c’è sempre un buon motivo per vendere e uscire dal mercato azionario.

Ad esempio, quando a marzo del 2020 le azioni sono state bersagliate per la pandemia, gli investitori si sono chiesti cosa fare, e il primo pensiero per molti è stato quello di vendere per non incorrere nella paura di vedere la proprie azioni diminuire ulteriormente.

Ora che le quotazioni delle azioni sono a livelli molto più alte del 2020 e l’attuale ambiente di investimento è impegnativo per la continua incertezza, il tentativo di anticipare il mercato nella testa dell’investitore è ovviamente molto presente.

Dati alla mano, la vendita di azioni basata sulle emozioni (il cosiddetto market timing) raramente ha successo e, infatti, in un arco di tempo di cinque anni, l’investitore che ha provato ad azzeccare il momento giusto per entrare e uscire dai mercati ha guadagnato circa la metà della performance dei mercati e ha perso il doppio rispetto a chi non si è lanciato in questo poco efficace esercizio.

Il tempo nel mercato è più potente del cronometraggio del mercato, e c’è un modo per evitare a priori emotività ed errato “market timing”, basta seguire una strategia che punta a un ingresso graduale sui mercati per combattere gli alti e bassi dei mercati, distogliendo la nostra attenzione dai bruschi cali e dall’emotività che ci assale durante le crisi finanziarie.

La strategia graduale ha i seguenti vantaggi:

  1. Aiuta a mantenere una disciplina nell’investimento e a raggiungere gli obiettivi senza lasciarti condizionare dall’emotività.
  2. Permette di sfruttare la volatilità del Mercato Azionario trasformando un periodo negativo in un punto di forza.
  3. Genera, nel lungo periodo, un valore straordinario attraverso la capitalizzazione composta: con il tempo produce rendimento sul rendimento.
  4. Evita la concentrazione dell’investimento in un solo momento.
  5. Per chi ha una bassa tolleranza al rischio è un metodo per investire nel Mercato Azionario riducendo l’impatto della volatilità.

Un approccio di questo tipo può rivelarsi efficace per guardare con fiducia al futuro e, ragionando con il proprio consulente finanziario di fiducia, ti permetterà di evitare l’errore più classico di comprare sui massimi, coinvolti dall’euforia di massa, per poi magari precipitarsi a vendere sui minimi dopo una discesa del mercato azionario, travolti dalla paura, contabilizzando perdite molto spesso difficilmente recuperabili.

 

Entra ora a far parte della mia community e unisciti agli oltre 200 Manager (CEO, Direttori, Partner) e Imprenditori presenti.

Due volte al mese, iscrivendoti alla mia newsletter, “Oggi ti parlo di…” riceverai in regalo gli esclusivi contenuti che curo per farti gestire al meglio i tuoi risparmi e per rimanere sempre informato ed evitare il rischio di trovarti finanziariamente in difficoltà.

 

 

Rosario Daniele Iemulo

Private Banker da oltre vent’anni | San Felice Milano