Sei di parte? Scopriamolo…

Sei di parte? Scopriamolo…

“Investi in ciò che conosci.”

Un consiglio comune dato dai più grandi investitori al mondo e che gli italiani “purtroppo” hanno preso da sempre alla lettera quando si è trattato di gestire i propri risparmi.

La familiarità genera comfort e sicurezza, e, se a dirtelo sono i più grandi investitori del mondo, è quasi impossibile non crederci.

Per questo motivo e perché ci si sente spesso più rassicurati da ciò che si ha vicino, “in casa”, ci si affida a investimenti domestici… Comprare Eni, Generali, Intesa (tra le più grandi società quotate su Borsa Italiana) sembra meno rischioso che investire all’estero.

Ma negli investimenti si può non prendere tutto alla lettera!

Solo perché si considera un investimento familiare perché lo si sente più vicino alla propria realtà, non significa che sia più adatto ai propri obiettivi finanziari.

La maggior parte degli investitori, indipendentemente da dove si trovino, avrà titoli azionari del proprio Paese e/o titoli di Stato e immobili (tanti, anzi troppi nel caso italiano).

Prendiamo un caso concreto che riguarda l’allocazione dei fondi pensioni nei diversi Paesi europei

Le azioni italiane hanno un peso del 50% nei fondi pensioni collocati nel territorio nazionale, nonostante l’intero mercato italiano rappresenti.  solamente l’1% della capitalizzazione globale. Dati ancora più eclatanti riguardano la Francia.

home bias

 

Nel grafico sotto viene indicata la capitalizzazione mondiale al 2018 e la Banca Mondiale non ha neanche fornito i dati per l’Italia vista la bassa incidenza.

capitalizzazione mondiale

 

Tutto questo per dire che è bene pianificare in modo diversificato senza temere di non conoscere a sufficienza.

Studi accademici hanno mostrato i benefici della diversificazione internazionale nel lungo periodo, considerata il primo riparo dagli scossoni e pertanto la base da cui partire.

La domanda per gli investitori italiani oggi è se questo pregiudizio casalingo abbia aiutato nel tempo. Guardando semplicemente i dati certamente no.

azionari

 

Il miglior esempio è confrontare i dati con il resto del mondo per capire quante opportunità abbia perduto l’investitore medio che segue i consigli per gli acquisti dell’amico di turno, del familiare o piuttosto quelli elargiti dai social.

Immagina di essere un risparmiatore americano che usa il fai da te ed è quindi vittima inconsapevole del pregiudizio domestico.

Che cosa gli capita, riprendendo i ragionamenti del prof. Legrenzi? Principalmente:

  • Investe su una borsa tra le più efficienti e profittevoli a livello mondiale, certamente meglio di quella italiana.
  • Compra a scopo di investimento immobili che hanno ripreso a crescere di valore.
  • Compra dei titoli di Stato super sicuri (Tripla A) che rendono di più di quelli italiani molto meno sicuri.

In qualunque modo la si guardi, il pregiudizio domestico ha aiutato gli investitori statunitensi negli ultimi anni dove le azioni statunitensi (S&P 500) hanno guadagnato oltre il 283% contro un guadagno dell’85% dell’indice azionario globale (MSCI World).

Per un investitore italiano che abbia allocato le proprie risorse prevalentemente su ciò che ritiene di conoscere meglio (ma quante volte ha letto e studiato il bilancio di un’azienda italiana prima di investire in essa?), tale scelta è stata a dir poco deludente.

E se il mercato italiano continua a sottoperformare il resto del mondo, detenere investimenti finanziari, oltre che immobili – ma questa è un’altra storia – solo in Italia potrebbe continuare a rivelarsi svantaggioso anche nel prossimo futuro.

Un italiano, invece, dovrebbe andare a investire lontano da casa sua

Sappiamo bene che questo non è naturale o spontaneo perché, ammettiamolo, diversificare i propri investimenti è molto più complicato che investire in poche cose che si conoscono o ancora peggio lasciare i propri soldi sul conto corrente vedendoli deperire nel tempo a causa dell’inflazione.

Sappi che puoi non farlo da solo, il tuo futuro finanziario è troppo importante per lasciare che le scelte di investimento inficino il buon esito dei tuoi obiettivi.

Un bravo consulente finanziario  può aiutarti ad assicurarti che i tuoi investimenti e le tue risorse siano gestiti in modo efficace grazie a un piano equilibrato e diversificato per la pensione, per lo studio dei figli, per la vacanza da sogno.

 

Entra ora a far parte della mia community e unisciti agli oltre 200 Manager (CEO, Direttori, Partner) e Imprenditori presenti.

Due volte al mese, iscrivendoti alla mia newsletter, “Oggi ti parlo di…” riceverai in regalo gli esclusivi contenuti che curo per farti gestire al meglio i tuoi risparmi e per rimanere sempre informato ed evitare il rischio di trovarti finanziariamente in difficoltà.

 

Rosario Daniele Iemulo

Private Banker da oltre vent’anni | San Felice Milano